Web Analytics Scambiarsi i libri: come funziona il bookcrossing. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

18 dicembre 2015

Scambiarsi i libri: come funziona il bookcrossing.

Istruzioni pratiche per condividere libri ed emozioni.

bookcrossing come funziona

Il BookCrossing è letteralmente un attraversamento o passaggio (crossing) di libri (books). Conosciuto anche come giralibri, Libera Libri o semplicemente BC è uno scambio gratuito di libri. L’iniziativa nasce nel 2001 e subito dopo viene inaugurato il sito ufficiale bookcrossing.com per tenere d’occhio i percorsi. Oggi partecipano circa 130 paesi in tutto il mondo e in Europa si sta diffondendo negli ultimi anni. Per diventare bookcrosser ci si iscrive al sito compilando un modulo con i dati personali, l’indirizzo e-mail e una password, nel totale rispetto della privacy.

Ma come funziona? Alla partenza ogni libro viene registrato con un numero univoco (BCID, il book crossing identification number), che viene riportato preferibilmente con una etichetta sulla copertina. È buona norma inserire un rimando o un segnalibro all’interno con le spiegazioni affinché chi lo trovi possa registrare il suo passaggio e curiosare sull’intero “viaggio”. Dopo averlo letto, e se vuole, lo lascerà in un posto qualsiasi. Chi non si fida del rilascio all’aria aperta può affidare i libri a persone di fiducia con il bookring, una specie di lista in cui il libro torna al legittimo proprietario. Nel bookray invece il libro viene liberato alla fine del ciclo di lettura. Se i bookcrosser fanno girare un’intera scatola di libri, allora si parla di bookbox.

Esistono poi giochi con cui si trasmettono solo estratti tramite fotocopie (bookxerpting) da cui è possibile scegliere. OBCZ Sweepstakes è un vero e proprio gioco a sorteggio che si effettua in zone geografiche circoscritte. Il bookcrossing è una risorsa non solo perché consente di leggere tanti libri in modo allegro ed economico, ma anche perché permette di arricchire una storia con le vicende di chi l’ha assaporata.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods