Web Analytics Lavori che muoiono e lavori che nascono: cosa accadrà nel 2025. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

27 settembre 2017

Lavori che muoiono e lavori che nascono: cosa accadrà nel 2025.

Dal lavoro dipendente a quello "intraprendente": ecco cosa cambierà.

tt

Nel testo “Rapporto lavoro 2025” l’autore Domenico Masi disegna uno scenario molto diverso rispetto a quello attuale: abbiamo identificato i punti più importati.

CONTRATTI NAZIONALI. Nel 2025 la contrattazione collettiva sarà superata dalla contrattazione aziendale, e il lavoratore sarà sempre più debole.
DISOCCUPAZIONE: il progresso tecnologico e l’intelligenza artificiale porteranno a un aumento esponenziale della produttività industriale, con conseguente aumento della disoccupazione.
SALARIO DI CITTADINANZA: nel 2025 questo salario sarà una vera e propria necessità.
LAVORI CHE MUOIONO. I primi lavori a scomparire saranno: quelli manuali ripetitivi, quelli intellettuali ripetitivi. E soprattutto: impiegati d’ordine, operai massa, postini, centralinisti, tipografi, bancari, giornalisti della carta stampata.
LAVORI CHE NASCERANNO. I nuovi lavori nel 2025 riguarderanno: le nuove tecnologie, la riqualificazione energetica degli edifici, le bonifiche, gli interventi contro il dissesto idrogeologico, l’agricoltura biologica, l’assistenza alla persona.
ORARIO DI LAVORO. Da oggi al 2025 si ridurrà del 14% al durata media annua del lavoro, passando da 1800 a 1500 ore.
IMPIEGATI. Nei prossimi 10 anni il lavoro impiegatizio diminuirà molto più degli altri. In generale il lavoro sarà sempre meno dipendente e sempre più intraprendente.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods