Web Analytics Lavorare il panno lenci: decorazioni natalizie e molto altro. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

30 novembre 2015

Lavorare il panno lenci: decorazioni natalizie e molto altro.

Da un'industria torinese, un tessuto colorato e facile da lavorare, per realizzare oggetti unici

Dolcetti in pannolenci

Esiste un modo economico e abbastanza semplice per creare oggetti esclusivi per sé o per dei graziosi regali, ed è quello di munirsi di fantasia e di ago per avventurarsi nel colorato mondo delle stoffe di panno lenci.
Il panno lenci è ricavato da un processo di infeltrimento che lo rende molto resistente, è reperibile ad un prezzo ragionevole presso quasi tutte le mercerie e lo si trova in un’infinità di colori, dai più brillanti ai più scuri.
La storia di questo tessuto è una storia tutta italiana; fu infatti creato da una azienda nata a Torino nel 1919 il cui nome era l’acronimo dell’espressione Ludus Est Nobis Constanter Industria, ovvero: il gioco è il nostro costante impegno, appunto, Lenci. Il principale e più venduto prodotto di questo marchio erano bambole di stoffa, realizzate in questo nuovo materiale.

Sebbene i manufatti Lenci siano spariti dal mercato, l’utilizzo di questo tessuto è sempre più diffuso, soprattutto perché creare con il pannolenci non è affatto difficile! Infatti il processo con cui è realizzato impedisce a questo tessuto di sfilacciarsi (cosa che invece capita tagliando, ad esempio, un pezzo di cotone) evitandoci di dovere rifinire il taglio con degli orli. Questo permette di utilizzare ago e cotone anche a chi non ha grande esperienza nel taglio e cucito; per utilizzare il panno lenci serve soprattutto creatività, ma anche precisione.
Ad esempio, in modo molto semplice e divertente, si possono realizzare dei pupazzi di varie dimensioni. Ecco alcuni consigli su come procedere.

Prima di tutto decidiamo il soggetto (possiamo anche farci aiutare cercando qualche immagine in internet), dopo di che prendiamo un cartoncino su cui disegnare la sagoma di ciò che vogliamo realizzare. Fissiamola con degli spilli sul tessuto, e ritagliamo in modo preciso. A questo punto possiamo realizzare anche le varie parti che compongono il soggetto (zampe, occhi, braccia, etc..) e non ci resta che cucire, inserendo tra le due parti di stoffa dell’ovatta o della gommapiuma per dare volume. Realizzare cuciture precise non è fondamentale, e ci si può sbizzarrire abbinando tra di loro i colori.
Un piccolo suggerimento: per gli occhi dei nostri pupazzi (se questi non sono destinati a bambini troppo piccoli che potrebbero ingoiarli) possiamo riciclare dei bottoni colorati che abbiamo in casa e non utilizziamo.

Ma non finisce qua; segnalibri, decorazioni natalizie, e tanto altro si può realizzare con il pannolenci, basta solo accendere la fantasia!

Credits: Melanie Huges, Gabrielle, Valentina, Ateliê Patricia Tito




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods