Web Analytics Selfie della gleba: i vostri autoscatti dai luoghi più belli del mondo - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

19 aprile 2015

Selfie della gleba: i vostri autoscatti dai luoghi più belli del mondo

Partenone, Bianche scogliere di Dover, il Golden Gate. Qual è il più bello?

Il Partenone a Nashville

Secondo una recente classifica della rivista Time la città più “selfizzata” del globo terracqueo sarebbe un sobborgo tutto grattacieli di Manila, nelle Filippine. Per quanto lo skyline di quella zona non sia né romantico, né affascinante, come quello di New York, la città asiatica batte proprio la Grande Mela che, così, si piazza seconda.

Ma, non sono solo le grandi metropoli iper-connesse ad essere immortalate. C’è anche spazio per le Scogliere di Dover, in Inghilterra, dove una personalità di Twitter (tale Stone, pietra) ha deciso di immortalarsi con il suo roccioso sorriso. E c’è anche chi, con un po’ di fantasia, decide di disegnarsi su una fotografia di Bora Bora, in Polinesia.

È vero, nei selfie ci sono anche mete più tradizionali: chi non si è fatto un selfie davanti alla Tour Eiffel delimitandola con un dito, o chi, in gita, non si è fatto un autoscatto davanti al Partenone… quello di Atene. Già, perché anche a Nashville, in Tennessee, ce n’é uno che è l’esatta copia di quello costruito da Fidia nell’Atene classica. Non sarà, in effetti, tra i luoghi più belli del mondo, ma… la ragazza che si è immortalata con quel filtro blu su Instagram qualche cuore lo ha fatto battere.

Come qualche cuore si è commosso guardando i giardini di Kyoto o qualche altro giardino giapponese che, nonostante siano passati anni dall’invasione della cultura nipponica dell’Occidente (tutti ricordiamo Blade Runner…), hanno sempre il loro perché, raccontando storie di geishe, di samurai e di intrighi di palazzo.

C’è, negli Stati Uniti, qualche psichiatra convinto che l’autoscatto del XXI Secolo sia una forma di disturbo del comportamento basata su una forma edonistica del sé. Sarà anche vero, ma come si fa a trattenersi davanti al Grand Canyon o al Golden Gate di San Francisco? Non c’è psichiatra che tenga: il nostro esibizionismo è troppo forte.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods