Web Analytics Non sono i soldi a fare la felicità...ma altre due cose (molto più facili da ottenere!). - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

24 settembre 2017

Non sono i soldi a fare la felicità…ma altre due cose (molto più facili da ottenere!).

A svelarlo un recente studio della Oxford Economics in Inghilterra.

sexsomnia
I soldi fanno la felicità? a quanto risulta da questa nuova ricerca, pare proprio di no. Altre due cose molto più semplici da ottenere garantirebbero un’esistenza felice a appagante: sesso e sonno.
Dormire bene e avere una vita sessuale soddisfacente avrebbero infatti un maggiore impatto sulla nostra felicità rispetto al denaro. A svelarlo gli studiosi della Oxford Economics e del National Centre for Social Research in Gran Bretagna, che hanno realizzato una ricerca che ha coinvolto 8.250 persone.
Ai volontari è stato chiesto di esprimere delle opinioni riguardo la propria vita quotidiana. Il risultato? Per tutti il sonno è fondamentale e rappresenta un fattore importante per raggiungere il benessere fisico e psicologico. Le persone che hanno ottenuto punteggi alti nel sondaggio erano coloro che si sentivano più riposate.“Dormire bene è il più grande responsabile unico di un benessere reale nella vita – si legge nel report redatto dagli esperti inglesi -. Più del 60 per cento di coloro che si sentono bene, è perché riescono a dormire in maniera regolare. Nel gruppo dei “felici” entra invece solo meno del 5 per cento di coloro che hanno problemi di sonno. Le famiglie con bimbi piccoli hanno un miglior senso di benessere, anche nonostante i loro eventuali problemi finanziari”.

Allo stesso modo sembra che anche il sesso sia una discriminante nella strada verso la felicità. Oltre a questi due fattori ne esistono altri in grado di influenzare la felicità, in particolare la sicurezza del posto di lavoro.
Lo studio ha svelato che molte persone vivono in modo angoscioso la questione della salute dei propri cari, piuttosto che i disturbi personali.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods