Web Analytics Karl Lagerfeld, il Kaiser della moda e i suoi segni distintivi - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

29 agosto 2014

Karl Lagerfeld, il Kaiser della moda e i suoi segni distintivi

Kaiser Karl, guru di Chanel, è diventato un'icona di stile. Vediamo perché

Karl Lagerfeld

Stilista, fotografo e regista, Karl Lagerfeld è tra le massime icone del fashion system mondiale. Tedesco, classe 1933, nessuno più di lui si è meritato un posto d’onore nell’Olimpo della moda guadagnandosi l’appellativo di kaiser, cioè imperatore.

Nato ad Amburgo da una ricca famiglia, nel 1953 si trasferì a Parigi dove ebbe modo di collaborare con Pierre Balmain e Yves Saint Laurent. Ma Karl aveva ambizioni diverse: non si accontentava di lavorare per conto di terzi così, con i soldi della sua ricca famiglia, fondò un piccolo negozio a Parigi.

Dovettero passare degli anni, ma nel 1980 riuscì anche a creare la sua prima etichetta, chiamata Lagerfeld. Da allora, nessuna battuta d’arresto per l’ermetico signore della moda, simbolo indiscusso dell’haute couture mondiale. Privilegiato il suo rapporto con la maison Chanel, di cui è tuttora direttore creativo.

Moltissime sono, inoltre, le collaborazioni prestigiose, da Fendi a Chloé. Nel 2001 collaborò con la griffe internazionale di moda svedese H&M, che offrì un’edizione limitata di diverse creazioni di Lagerfeld in punti vendita selezionati, sia per donne sia per uomini.

La sua grande passione, sin dagli esordi, è stata e continua ad essere la fotografia. Scatta, infatti, molto spesso personalmente le campagne pubblicitarie delle case di moda che dirige.

Moltissimi i successi che hanno costellato la sua carriera: ultimo tra tutti la sfilata che rimarrà nella storia del prêt-à-porter dal tema supermarket, con un chiaro il riferimento alla Pop Art. Per l’occasione, ha trasformato il Grand Palais di Parigi in un grande supermercato, con tanto di modelle che sfilavano tra gli scaffali. Il messaggio è chiaro: chi veste Chanel può frequentare anche il supermarket, perché la classe e l’eleganza non devono estraniarsi dalla realtà ma, al contrario, prestarsi ad essa.

E chi meglio di Karl Lagerfeld potrebbe veicolare questa convinzione? Un kaiser sì, ma anche un genio del fashion system.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods