Web Analytics Salento, la location rivelazione degli ultimi anni - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

17 settembre 2014

Salento, la location rivelazione degli ultimi anni

Una perla italiana riscoperta per il suo bellissimo mare e la sua millenaria cultura

La baia di Porto Selvaggio

Da qualche anno, molti italiani preferiscono trascorrere le loro vacanze al mare non uscendo fuori dal territorio nazionale. Complice forse l’aumento del costo della vita ed il bisogno di risparmiare, abbiamo imparato a riscoprire molte delle nostre bellezze, talvolta sconosciute anche se non molto distanti da noi. Tra le tante mete oramai popolatissime da visitatori provenienti da ogni parte della penisola c’è sicuramente il Salento. Questa zona coincide con la parte più meridionale della regione Puglia (conosciuta anche come tacco dello stivale) e comprende la provincia di Lecce, di Brindisi e parte di quella di Taranto.

Il Salento ha subito influssi di più culture, e storicamente, si distingue dal resto della regione, costituendo una penisola a sé. Ogni luogo qui può raccontare una storia antichissima e vanta tradizioni particolari che meritano di essere conosciute ed apprezzate.
Il fiore all’occhiello del Salento è sicuramente Lecce. Nonostante siano presenti testimonianze di epoca romana, medievale e rinascimentale, ad essere di maggiore impatto sono le costruzioni barocche del Seicento, come la Basilica di Santa Croce che, con la sua facciata riccamente decorata incanta i turisti, colpiti dalla sua maestosità. Il barocco qui ha avuto una declinazione del tutto personale, tanto che spesso si parla specificamente di Barocco Leccese, proprio per l’unicità delle costruzioni. Lecce è solo uno dei meravigliosi centri storici del Salento, ricordiamo trai i vari e più visitati Gallipoli, Otranto e Manduria.

Oltre che dalle bellezze architettoniche e artistiche, il Salento ci incanta soprattutto per gli spettacoli regalati dalle zone marine, grandi spazi di natura incontaminata. È il caso, ad esempio, di Porto Selvaggio una riserva naturale nel comune di Nardò. Qui un’enorme pineta conduce ad una spiaggia rocciosa, che si affaccia su un mare cristallino, poco contaminato proprio perché, negli anni, si è sempre tentato di proteggere la zona dall’assalto turistico. Altri meravigliosi paesaggi marini si possono incontrare, ad esempio, a Santa Maria di Leuca, ultimo lembo di terra del Salento, e nelle zone circostanti.

A tutte queste meraviglie aggiungiamo anche un evento culturale, la Notte della Taranta, un festival di musica tradizionale del Salento che si svolge in vari comuni dal 1998, e che attira in queste zone tantissimi appassionati e curiosi.

L’elenco dei luoghi del Salento potrebbe continuare all’infinito, perché infinite sono le sue bellezze. Per questo il modo migliore per conoscerle è visitarle!

Credit: Notte della Taranta




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods