Web Analytics A casa di Yoghi e Bubu: il Parco di Yellowstone. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

18 dicembre 2015

A casa di Yoghi e Bubu: il Parco di Yellowstone.

Ammirare, camminare e divertirsi, in uno dei più bei parchi del mondo.

Duck Lake Yellowstone

Il Parco Nazionale di Yellowstone, sito nello stato del  Wyoming, è una delle più grandi mete Americane, un luogo che supera di anno in anno il record di visitatori. Nel 1872 Yellowstone è diventato il primo parco nazionale del mondo, e ora, quasi 140 anni dopo, rimane uno dei luoghi più incantevoli della Terra. Non importa in quale stagione si visiti, troverete sempre paesaggi magnifici e avventure all’aria aperta. Per chi stesse progettando un viaggio, ecco alcune cose da non perdere al grande parco.

L’Old Faithful
L’Old Faithful è il geyser più famoso del mondo, erutta ogni 90 minuti e ogni volta è un vero e proprio spettacolo.

Le escursioni
Con più di 1100 chilometri di sentieri, si può passare una vita a fare trekking a Yellowstone senza mai annoiarsi. Le escursioni variano da poche ore a qualche giorno, basterà pianificare la vostra escursione in modo sicuro, ottenendo tutti i permessi necessari.

In bici nel Parco
Uno dei modi migliori per ammirare le attrazioni di Yellowstone è farlo in bicicletta. Si può scegliere di portare il proprio mezzo o affittarne uno nella zona dell’Old Faithful, non dimenticate però che la pendenza delle strade varia tra i 5300 e gli 8860 metri, il che significa che una corsa vivace può davvero togliere il fiato.

Osservare la fauna selvatica
Yellowstone ospita nel parco una grande quantità di fauna selvatica: bisonti, alci, cervi e pecore sono alcuni degli animali che troverete sul vostro cammino. Come non parlare poi degli orsi (il famoso cartone animato con l’orso Yoghi era ambientato a Yellowstone) neri o grigi, attirano da sempre i visitatori, che si stupiscono quando incrociano anche i coyote e i leoni di montagna. Con questa grande varietà di animali, un viaggio attraverso Yellowstone potrebbe essere l’equivalente nordamericano di un safari in Africa.

La vista dall’Artist Point
Il parco è pieno di paesaggi mozzafiato, ma pochi posti sono incredibili come l’Artist Point, la posizione che domina il “Grand Canyon di Yellowstone” e la bellissima Lower Falls. Sarete attirati con la promessa di fare foto incredibili, ma vi ritroverete persi alla vista di ogni dettaglio di uno dei paesaggi più belli del pianeta.

La notte allo Yellowstone Lodge
Yellowstone è enorme, comprende più di 2,2 milioni di ettari e centinaia di chilometri di strada. Avrete bisogno di alcuni giorni per esplorarlo in lungo e in largo, ma il parco offre un certo numero di alberghi e non ci sarà bisogno di andarsene per passare la notte. Dall’ Old Faithful Inn al Lake Yellowstone Hotel, le camere variano dal rustico al lussuoso, accontentano tutti i tipi di visitatori.

In pagaia nel lago di Yellowstone
Tante le attività geotermica a Yellowstone, da fumanti geyser, alle sorgenti termali, alle pozze di fango bollenti. Uno dei modi migliori per assistere da vicino a queste meraviglie naturali è in kayak o in canoa nel grande lago del parco. Vengono organizzate anche visite guidate con personale qualificato, che illustra in modo dettagliato ciò che accade sotto la superficie terrestre.

I lupi
I lupi di Yellowstone meritano di essere menzionati in un capitoletto a parte. Sono stati reintrodotti nel parco nel 1995 e da allora suscitano la curiosità e l’interesse di ogni tipo di visitatore.

La pesca
Con più di un migliaio di chilometri di fiumi, corsi d’acqua e laghi, all’interno del parco, Yellowstone diventa per gli appassionati di pesca una tra le mete più ambite nel Nord America. Ci sono diverse varietà di pesci tra cui l’arcobaleno, il ruscello, la trota di lago e il coregone di montagna. Le acque limpide e incontaminate del parco sono il sogno di ogni pescatore, basta non dimenticare di chiedere i permessi necessari prima di lanciare l’amo.

Divertirsi anche d’inverno
In genere i mesi estivi sono il periodo più gettonato dell’anno in termini di visite, ma c’è molto da vedere e da fare anche durante l’inverno. I viaggiatori più sportivi e avventurosi possono indossare gli sci da fondo o le racchette da neve ed esplorare i sentieri a piedi, oppure possono scegliere di fare un giro guidato su una motoslitta. Il parco è molto più tranquillo in questi mesi e vale assolutamente la pena visitarlo e poi si sa, con una coltre di neve fresca, tutto è più bello.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods