Web Analytics Pandoro a rischio per il prossimo Natale? Vediamo perché. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

06 ottobre 2017

Pandoro a rischio per il prossimo Natale? Vediamo perché.

La profonda crisi di Melegatti, leader in Italia nella produzione del pandoro.

Christmas composition with Pandoro and spumante

Melegatti, la società veronese che 123 anni fa ha inventato il pandoro, è in profonda crisi. Martedì 3 ottobre tutti i lavoratori dell’impianto produttivo di San Giovanni Lupatolo (Verona) hanno dichiarato sciopero e hanno manifestato davanti al Municipio, mentre la società sta cercando un finanziatore che l’aiuti a risollevarsi.

I tempi sono molto stretti. Si parla di 15 giorni di vita. La produzione è in effetti a grande rischio, se è vero, come hanno dichiarato i sindacati che “le problematiche economiche hanno creato molti disagi, non consentono l’approvvigionamento necessario delle materie prime e degli imballaggi del prodotto, tanto che il processo di produzione viene avviato con una programmazione di giorno in giorno. Le bollette non venivano pagate e così il gas è stato staccato. Il personale dipendente non ha più la certezza di ricevere il proprio stipendio e a oggi l’azienda non dà garanzie in merito”. Di fatto i 70 dipendenti a tempo indeterminato, cui si affiancano circa 200 stagionali, non hanno ancora ricevuto lo stipendio di agosto e, probabilmente, non vedranno nemmeno quello di settembre.

Negli ultimi tempi si era parlato dell’ingresso nel capitale di Melegatti di un possibile nuovo investitore, un imprenditore non del settore, ma le trattative che erano in corso non sono andate a buon fine. L’obiettivo è quello di riequilibrare in brevissimo tempo, con l’iniezione di nuova finanza, la situazione finanziaria gravata da un debito importante.

 

La proprietà del gruppo è da anni nelle mani delle famiglie Turco e Ronca, con i Turco che nel 2007 hanno preso il controllo, ma con litigi interni che vanno avanti da anni.  La società è guidata dal presidente e amministratore delegato Emanuela Perazzoli, parte della famiglia Turco.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods