Web Analytics Lidl, licenziato un impiegato perché "lavora troppo". - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

26 ottobre 2017

Lidl, licenziato un impiegato perché “lavora troppo”.

Arrivava al lavoro un'ora prima dell'orario stabilito per sistemare gli scaffali.

160615165730__dsc6867

Quasi ogni mattina Jean P. arrivava al lavoro quasi un’ora prima dell’orario stabilito. Il direttore di un supermercato Lidl di Barcellona iniziava a sistemare gli scaffali, a compilare ordini e a etichettare gli articoli, così da esser tutto in ordine al momento dell’apertura.
Il suo comportamento, tuttavia, non è stato ritenuto degno di lode dall’azienda, che ha punito l’eccesso di zelo con una lettera di licenziamento.

Alcuni passi della lettera di licenziamento recitano che Jean è stato allontanato per “violazioni molto gravi sul posto di lavoro“. “Il manager è stato visto uscire di casa alle 5 del mattino e trascorrere al lavoro tra i 49 e gli 87 minuti, senza registrarsi. “Ogni minuto in cui si lavora va pagato ed è necessario registrarlo”, si legge nella lettera di licenziamento. In molte occasioni, inoltre, il manager era completamente solo nel supermercato, una prassi vietata dal regolamento.”

È curioso il fatto che quest’uomo venga punito solo per aver lavorato sodo e aver cercato di far funzionare al meglio il suo negozio“, ha replicato il suo avvocato. Si tratta di una scelta ipocrita, sostiene lui, poiché il manager subiva poi delle pressioni per raggiungere gli obiettivi di vendita, motivo per il quale Jean si trovava spesso a portarsi il lavoro a casa.

Il dirigente, dal 2005 assunto dall’azienda, non ha accettato la sua decisione e ha deciso di procedere per vie legali.

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods