Web Analytics Il fascino dell'Irlanda tra natura, storia e pub caratteristici - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

13 aprile 2015

Il fascino dell’Irlanda tra natura, storia e pub caratteristici

Terra di bellezze naturali, cultura, tradizione e divertimento. Scopriamo insieme l'Irlanda

Irlanda

“Il cielo d’Irlanda è un oceano di nuvole e luce, il cielo d’Irlanda è un tappeto che corre veloce. Ti annega di verde e ti copre di blu. È Dio che suona che la fisarmonica”. Così cantava Fiorella Mannoia descrivendo perfettamente la sensazione che si prova quando si arriva e si visita questa stupenda isola europea.

Si rimane senza fiato per il fumo della torba, i campi di diverse tonalità di verde, i piccoli muretti in pietra, le scogliere, il cielo immenso sopra di noi, le grosse nuvole bianche che corrono veloci, l’odore delle erbe. Questo e molto altro ancora è l’Irlanda. Si possono visitare regioni come il Connemara o Galway, da cui ci si può recare nelle Isole Aran, dominate da scogliere a picco, muretti a secco e spiagge deserte.

Sono contee brulicanti di vita, ricche di vivaci feste e festival per tutti i gusti turistici. La città di Galway è da scoprire nei minimi dettagli, soprattutto quelli più nascosti. Quindi, bando alle guide turistiche e aprite gli occhi per ammirare le piccole bellezze della città. Da Galway si arriva nel Connemara di cui si dice che, per ogni stella del cielo, Dio gli abbia dato un milione di pietre. Pietre e pecore, infatti, intervallano il verde e spingono lo sguardo verso le Twelve Bens. In poche ore si può girare questo angolo di paradiso, dalla spiaggia di corallo di Carraroe al porto di Roundstone all’altro porto di Clifden.

In parallelo alla scoperta della campagna irlandese, la visita a Dublino riserverà sorprese ancora più inattese. Bisogna assolutamente sfruttare la gratuità di gallerie e musei per ammirare un Caravaggio, la Cattura di Cristo, alla National Gallery, dove si trovano anche opere di Van Gogh, Monet, Tiziano, Rubens, Van Dyck. Presso la Hugh Lane Gallery si può visitare lo studio di Francis Bacon. Da non perdere il tour dei luoghi di Joyce, ad esempio di Gente di Dublino e l’Ulisse, con una visita al James Joyce Centre.

Per gli appassionati di letteratura, imprescindibile il Temple Bar e il Dublin Literary Pub Crawl che regalano esperienze letterarie proprio irlandesi, grazie a un attore che declamerà i versi più belli. Sempre per gli appassionati di lettura e letteratura, e non solo, merita una visita il Trinity College, anche soltanto per ammirare da vicino il famoso Libro di Kells, manoscritto del IX secolo con stupende illustrazioni e rubriche. La Long Room della Old Library, è un altro spettacolo, ha ispirato anche le immagini dell’archivio jedi in Star Wars: Episodio II – L’attacco dei cloni.

Non mancano feste, mercatini, momenti di vita vissuta in mezzo alle stradine caratteristiche. C’è sempre della musica per strada e nei migliori pub. Altri due must per un’escursione a Dublino? Si deve assolutamente visitare la St Patrick’s Cathedral e ammirare la vista panoramica della città in cima alla Guinness Storehouse.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods