Web Analytics Leggere libri allontana le emozioni negative. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

09 novembre 2015

Leggere libri allontana le emozioni negative.

E' quanto emerso da uno studio pubblicato nel corso dell'ultima edizione di Bookcity.

leggere

In occasione del suo decennale, il Gruppo editoriale Mauri Spagnol ha commissionato una ricerca dedicata al rapporto tra la lettura di libri e il benessere degli individui, per contribuire – con elementi concreti – alla discussione culturale sempre in atto.
Della ricerca si è occupato anche Roberto Saviano nella sua rubrica sull’Espresso, in un intervento dal titolo “Ecco la prova: se leggi sei più felice“.

Tra i tanti spunti offerti dallo studio, presentato al pubblico nel corso di Bookcity e affidato al Cesmer, Centro di Studi dell’Università Roma Tre, colpisce (ma non stupisce) il fatto che i lettori del campione (rappresentativo della popolazione italiana) provano emozioni negative meno frequentemente dei non lettori (secondo una dimensione della scala di Diener e Biswas-Diener, che misura la frequenza – da 6 a 30 –  di sei emozioni negative – negatività, malessere, dispiacere, tristezza, paura e rabbia – di cui gli individui hanno fatto esperienza recentemente): rispettivamente la media è di 16,84 per i lettori contro il 17,47 dei non lettori (una differenza statisticamente significativa).

In particolare: i lettori provano rabbia con minor frequenza rispetto ai non lettori, a conferma che la lettura offre preziosi strumenti cognitivi per affrontare le difficoltà.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods