Web Analytics Castellabate e il parco del Cilento - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

18 giugno 2014

Castellabate e il parco del Cilento

Nel salernitano, un mix di bellezza, mare, natura e cultura. Senza dimenticare che siamo nella patria della dieta mediterranea

Il mare di Castellabate

Negli ultimi anni è diventata famosa per essere stata il set cinematografico della commedia “Benvenuti al Sud” ma Castellabate si distingue per ben altro.

Innanzitutto per il pregio delle sue bellezze naturali: fa parte del Parco Nazionale del Cilento, riconosciuto patrimonio naturale dell’umanità dall’UNESCO e vi è stata istituita l’area marina protetta di Santa Maria di Castellabate per preservare i fondali e le specie animali e vegetali che vi abitano.

Dunque, perché visitare Castellabate? Perché il suo mare e la sua costa sono impareggiabili, per 19 chilometri si alternano baie, calette, scogli, spiagge e dirupi. Tra le spiagge di sabbia, si distinguono quella “del Pozzillo”, “di Marina Piccola”, “della Grotta” e “della Baia Arena”. Tra le calette naturali, una menzione speciale meritano “Cala della Bella” e il “Saùco”. Ovviamente, visto il fascino di questi fondali, le escursioni subacquee sono particolarmente gettonate e non è un caso che dal 1999 le sia stata assegnata la Bandiera Blu per la qualità di acqua, spiagge e servizi offerti.

Per chi ha voglia di verde e natura, invece, il parco del Cilento è a pochi passi con i suoi sentieri e i boschi, come quello del Castelsandra o le pinete di Ogliastro Marina.

Non solo mare e natura ma anche cultura: tra le stradine di Castellabate si possono trovare molte chiese che valgono una visita, come la Chiesa di San Marco Evangelista, la Basilica Pontificia di Santa Maria De Giulia o il Santuario di Santa Maria a Mare. Sacro e…profano. Accanto agli edifici religiosi non sfigurano le opere architettoniche “civili”, come Palazzo De Angelis, Palazzo Belmonte o Palazzo Granito, per citarne solo alcuni.
Sul “capitolo cucina”, non c’è molto da dire: siamo nella patria della dieta mediterranea e qualsiasi cosa si mangi in zona è fresca e sana. Non resta che sedersi a tavola.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods