Web Analytics Rosso, il colore della passione - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

27 ottobre 2014

Rosso, il colore della passione

Motivi scientifici potrebbero spiegare la sua forza istintiva

Beautiful petals of red roses close-up

Tra tutti i colori il rosso è quello che si collega di più alle passioni e alle emozioni forti. Il riferimento è del tutto istintivo come anche l’accostamento al sangue e al cuore, ma forse esiste qualche motivo più o meno scientifico. Alcuni studi hanno dimostrato infatti che proprio il rosso dovrebbe essere il primo colore percepito dai bambini, per cui potrebbe appartenere a una sorta di patrimonio genetico vitale. Lo dimostra anche la storia: tutte le civiltà lo chiamano con un termine specifico, al contrario di altri toni per cui si usano termini derivati, e spesso è associato alle divinità marziali o a forze soprannaturali.

Il rosso è anche collegato al fuoco, proprio perché è portatore di potenza, vitalità e forza. Sembrerebbe quindi parlare al lato più intimo con decisione ed essere in grado di mandare messaggi alla parte più emotiva e primigenia: per questo è il colore per antonomasia dell’amore e dell’energia. Chi lo indossa o lo sceglie vuole farsi notare in senso buono, e mette in mostra il lato più passionale per comunicare direttamente al cuore o al lato sessuale di chi lo contempla. L’esposizione al rosso potrebbe avere un effetto sul corpo che non va sottovalutato proprio per comprenderne il valore: chi lo guarda potrebbe assistere a un aumento, più o meno lieve, della pressione arteriosa, dei battiti cardiaci e della produzione di adrenalina. Questa tonalità è indicata per combattere stati di depressione e infondere energia positiva, proprio perché è in grado di farci innamorare, magari anche solo di noi stessi.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods