Web Analytics Frutto della passione, proprietà e ricette sorprendenti - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

02 agosto 2015

Frutto della passione, proprietà e ricette sorprendenti

Un frutto dal sapore particolare, da consumare semplicemente o usare come ingrediente per ricette a prova di chef

Maracuja

Piacevolmente dolce e aspro, il frutto della passione o passiflora, è ricco di numerosi antiossidanti e vitamine. Proveniente dalle regioni selvagge del Sud America, probabilmente nato in Paraguay, questa pianta appartiene alla famiglia delle Passifloraceae, del genere Passiflora (nome scientifico: Passiflora edulis).

La pianta richiede terreno fertile, ben drenato e con una buona umidità per fiorire. Cresce rapidamente e raggiunge circa 15-20 metri all’anno e dura in media 5-7 anni. Esistono oltre cinquecento tipi di frutti della passione, i più conosciuti sono quelli di colore viola (Maracujà) e giallo (Granadilla).

Amato per il particolare sapore, la maracujà va consumata anche per i suoi molteplici benefici. Ricca fonte di antiossidanti, minerali, vitamine e fibre, ogni 100 grammi di polpa contiene il 27% di fibra, prezioso alleato per rimuovere il colesterolo dal corpo e proteggere la membrana del colon.

Ricchissimo di vitamina C (acido ascorbico) agisce come potente antiossidante e difende il corpo dagli agenti infettivi e influenzali. La passiflora contiene inoltre alti livelli di vitamina A (fornisce circa 1274 UI per 100 g), antiossidanti flavonoidi come β-carotene e potassio (100 g di polpa ha circa 348 mg di potassio) che aiuta a regolare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Il frutto della passione è facilmente reperibile in ogni stagione, è consigliabile acquistare il frutto ben maturo, tenerlo in un cesto in luogo fresco e buio, e consumare in 1-2 giorni o entro una settimana se conservato in frigo.

Usato per preparare numerosi cocktail o mangiato da solo, il frutto della passione si presta come ingrediente prezioso per molte ricette.

Di seguito alcune idee per piatti gustosi.

Gamberi con asparagi e  Maracujà
Pulire e cuocere i gamberi rossi in padella con un filo d’olio. Lessare gli asparagi e condirli con olio, sale e pepe. A parte, con l’aiuto di un colino, setacciare la polpa e i semi della passiflora, ottenendo un succo a cui aggiungere dell’olio del sale e del pepe e frulleremo nel mixer. Versare un po’ della salsa ottenuta al centro del piatto e adagiare sopra gli asparagi e i gamberi.

Involtini di maiale con le prugne al frutto della passione
Cuocere le prugne in vino rosso per circa 10 minuti. Con delle fettine di lonza di maiale fare degli involtini inserendo con del prosciutto crudo e le prugne precedentemente preparate. Chiudere gli involtini con l’aiuto di stuzzicadenti o spago. In una padella far rosolare uno spicco d’aglio con dell’olio, adagiare gli involtini e cospargerli con il vino di cottura delle prugne. A parte preparare la salsa di maracujà, setacciando metà della polpa otterrete un succo che aggiungere alla polpa rimasta, un filo d’olio, sale e pepe. Quando gli involtini saranno cotti e il vino sarà evaporato, togliete gli stecchini e serviteli caldi con la salsa di passiflora.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods