Web Analytics Oscar Pistorius: ascesa e caduta di un diversamente mito - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

07 settembre 2014

Oscar Pistorius: ascesa e caduta di un diversamente mito

Lo abbiamo sostenuto nelle sue corse, ora il mito è però in discesa libera

Oscar Pistorius

Lo abbiamo seguito, idolatrato, ha dato speranza a tanti atleti. Ora tutto ciò che sappiamo è che la vita futura di questo giovane uomo la scriverà un giudice di un tribunale sudafricano.

Non era solo un atleta del suo paese, era un atleta del mondo, fino a quel San Valentino 2013 quando, per sbaglio o volontà, questo sarà il tribunale a deciderlo, ha colpito con un’arma da fuoco la sua compagna, la bella modella Reeva Stenkamp.

Oscar Pistorius era prima di ogni altra cosa un atleta: nonostante  la disabilità dalla nascita ha, infatti, raggiunto risultati impensabili, che lo hanno posto un gradino sopra gli altri, forse anche di più. Un fenomeno sportivo unico e un’ispirazione per la sua bravura, per l’ottimismo e il sorriso, dimostrando che la disabilità non fa di te che una persona uguale alle altre e che, anzi, puoi mettere comunque a frutto i tuoi doni.

La tragedia successa lo ha fatto ridiscendere sulla terra, umanizzandolo di nuovo da mito che era diventato. Il rischio adesso per l’atleta sudafricano è l’ergastolo. La difesa continua a ribadire che Pistorius ha ucciso Reeva sparando contro la porta a vetri del bagno, pensando fosse un ladro. L’accusa, invece, incalza che l’atleta lo ha fatto volontariamente accecato dalla gelosia per le indiscrezioni di un presunto tradimento di Reeva con Ogle, un altro modello.

Non è il primo atleta di fama internazionale, purtroppo, finito nei guai con la giustizia. Ricordiamo O. J. Simpson, Carlos Monzon e tanti altri che si sono macchiati di simili accuse. Alcuni stanno ancora scontando la propria pena.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods