Web Analytics Le isole greche meno turistiche: tesori lontani dalla movida - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

24 marzo 2015

Le isole greche meno turistiche: tesori lontani dalla movida

Ovvero, tutto il fascino senza tempo del Mediterraneo

Grecia Sconosciuta

L’unico modo per uscire dal tunnel del mainistream quando si parla di isole greche, forse, è il caso di chiudere gli occhi, mettere il dito sulla mappa e vedere cosa ne è uscito fuori. Se non siete abbastanza coraggiosi per usare questo metodo, ecco una serie di isolette che possono far felici chiunque voglia godersi la magia del Mediterraneo senza il fastidio degli altri turisti.

Paxos e Antipaxos

A poche miglia da Corfù, Paxos è famosa per i suoi ulivi secolari. Il mare è azzurro che più azzurro non si può. I siti di viaggi la definiscono come un’isola piena di charme. La verità è che ha spiaggette meravigliose, da fare invidia ai Caraibi che sono anche la caratteristica della vicinissima Antipaxos. Spiagge bianche, mare azzurro e zero turisti: cosa volere di più?

Antikythera

Questa isoletta a metà tra Citera e Creta è un paradiso, se immaginate la vacanza come una sorta di pellegrinaggio da eremita. Accreditata di ospitare non più di una decina di turisti l’anno, è il posto ideale se si vuole sperimentare l’esperienza della sperduta isola greca e, magari, trasformare la propria vacanza nel remake del film Mediterraneo.

Thirassia

Da un punto di vista geologico, è parte di Santorini, ma nessuno la frequenta. La sua bellezza è struggente, ma il pigro turista occidentale si crogiola nello stereotipo. Se volete dare alla vostra vacanza ellenica un po’ di originalità, questo è il posto che fa per voi.

Leros

Un paradiso. Chi viene qua, scopre la Grecia autentica. Infatti, la storia di quest’isola è la storia stessa del Paese. L’isola, secondo gli storici, ha partecipato a tutte le guerre della Grecia antica e classica. Conquistata nel XIV Secolo dai Cavalieri di San Giovanni di Rodi, questo gioiello del Dodecanneso è diventato turco nel XVI Secolo. Noi italiani lo abbiamo colonizzato dal 1912 al 1943, ma, finita la guerra, è, giustamente, tornato sotto l’autorità di Atene.giustamente, tornato sotto l’autorità di Atene.

Credits: Pedro Szekely, Pedro Szekely, Orf3us, Jimmyoneill, Claudio Bergantini, AlMare, Marcus Barlocher, Philippe Teuwen


Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




hot moods