Web Analytics A cena con cinesi o giapponesi? Il bon ton da seguire è molto diverso... - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

14 novembre 2015

A cena con cinesi o giapponesi? Il bon ton da seguire è molto diverso…

L'importante è non confondersi: le regole da seguire che è bene conoscere.

ristorante-giapponese-roma

Quali sono le regole da rispettare quando si è a cena in un ristorante cinese o giapponese, o comunque quando vi trovate a tavola con persone di queste due culture? Sono molto diverse fra loro…l’importante è non confondersi!

A tavola con i cinesi:
-all’ospite più importante va sempre riservato il posto di fronte all’entrata
-la coda del pesce, in Cina servito sempre intero, non deve essere mai rivolta verso l’ospite più importante
-succhiare rumorosamente gli spaghetti è prassi normale e ben accettata, non mancanza di educazione
-lasciare parte del cibo nel piatto non è offensivo; indica anzi che la generosità del padrone di casa è stata tale che gli ospiti non riescono a terminare la pietanza
-durante i brindisi il calice non va appoggiato sul tavolo fino a quando non è vuoto

A tavola con i giapponesi:
-quando si posa la teiera sul tavolo, il beccuccio va rivolto verso l’esterno o verso un posto libero, mai verso le persone
-la salvietta bollente offerta all’inizio del pasto, l’oshibori, serve solo per pulirsi le mani
-mai soffiarsi il naso a tavola: la nostra abitudine di usare un fazzoletto e poi rimetterlo in tasca è considerata repellente
-del sushi si immerge nella salsa di soia solo la parte in alto, cioè il pesce
-per chidere ancora del tè, si deposita la tazza capovolta sul suo piattino

 

 




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods