Web Analytics Il Vittoriale, la magnificenza secondo Gabriele D'Annunzio - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

19 giugno 2014

Il Vittoriale, la magnificenza secondo Gabriele D’Annunzio

Celebrazione dell'ego del Vate o altissima rappresentazione dell'eroismo italiano?

vittoriale_EVIDENZA

Il Vittoriale è la casa monumentale di D’Annunzio. E qui, ci siamo: tutti, dalle elementari alle superiori, abbiamo letto la lettera che il Vate spedì alla moglie nella quale sosteneva che sarebbe rimasto sul Lago di Garda solo per qualche settimana. E, invece, il letterato abruzzese trovò qua non solo la sua dimora d’elezione, ma anche la sepoltura monumentale, in un mausoleo rotondo dove riposta insieme a 10 commilitoni dell’impresa di Fiume.

La dimora monumentale è un insieme di ambienti che celebrano l’ego smisurato del Vate, ma anche, se non soprattutto, le gesta eroiche degli italiani nel 15-18. A testimonianza di questo, fu portato in questo pezzo di Lombardia niente meno che il Puglia, un cacciatorpediniere della Regia Marina che aveva prestato servizio durante la Prima guerra Mondiale.

Tra le tante cose che colpiscono, di questo luogo, c’è l’eclettismo portato alle sue estreme conseguenze. In qeusto luogo, convivono statue romaniche con scranni cinquecenteschi affiancati ad aerei e a motosiluranti. Non solo, negli ambienti al chiuso sopravvivono idoli pagani, raffigurati accanto ai primi martiti del cristianesimo.

Qualsiasi cosa volesse celebrare D’Annunzio davvero (se il suo ego o il patrio eroismo) non si può non rimanere abbagliati dalla magnificenza del complesso. Il poeta fece sì che vi fosse anche un tatro all’aperto, dove far recitare la propria produzione teatrale. Purtroppo, il poeta non lo vide mai, visto che fu completato solo nel 1953.

La vera particolarità di questa residenza monumentale, è però il luogo dove D’Annunzio pensava di invecchiare: lo Schifamondo. La bulimia retorica di D’Annunzio concepì anche questa casa privata come l’interno di un transatlantico con tanto di oblò. Al suo interno, c’è anche un auditorium per 200 persone e alla cupola, è appeso l’aereo con cui il Vate compì il proprio volo su Vienna.

Immagini: Wikimedia Commons




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods