Web Analytics La storia e la leggenda del castello di Miramare - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

19 giugno 2014

La storia e la leggenda del castello di Miramare

La triste storia dell'arciduca Massimiliano d'Asburgo e della giovane moglie Carlotta del Belgio

1 Il Castello di Miramare

Un’antica e suggestiva dimora affacciata sul mare Adriatico, il triste destino di due giovani sposi e una maledizione. Ci sono tutti gli elementi della favola nella storia del castello di Miramare, la residenza che l’arciduca Massimiliano d’Asburgo fece costruire, tra il 1856 e il 1860, per la sua amata giovane sposa Carlotta del Belgio. Il castello doveva essere il nido d’amore dei due, ma il destino non fu benevolo con la coppia. Massimiliano, infatti, fu coinvolto nelle guerre napoleoniche, e, diventato imperatore del Messico, venne fucilato a soli 34 anni, mentre Carlotta, alla notizia della morte del marito, impazzi’ dal dolore per poi uccidersi gettandosi dalla scogliera. Nel corso degli anni la credenza che chiunque avesse dimorato nel castello sarebbe andato incontro a morte violenta in terra straniera si rafforzò alimentata da una serie di sfortunate coincidenze. Si dice, infatti, che Amedeo duca d’Aosta, morto mentre era prigioniero degli inglesi in etiopia, fosse vissuto per un periodo lì, così come il generale tedesco Friedrich Rainer, fucilato dai partigiani.

Un luogo suggestivo, dunque, punto d’incontro di storia e leggenda, tanto affascinante da ispirare anche la penna di Giosuè Carducci. Il poeta dedicò, infatti, alla residenza, definita “castello pe’ felici giorni, nido d’amore costruito invano” la poesia intitolata Miramar in cui si racconta il destino infausto dell’arciduca e di sua moglie. I turisti potranno ammirare le stanze del castello, adibito oggi a museo, il bellissimo giardino botanico con i suoi sentieri, le splendide aiuole, il laghetto dei cigni e il Castelletto dove i due giovani sposi risiedettero nel periodo in cui la dimora veniva costruita. Nella zona sud-ovest della struttura si trova un piccolo porto, da lì Massimiliano partì per il viaggio che lo condusse alla morte.




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods