Web Analytics E se Biancaneve fosse su Facebook...? - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

04 ottobre 2017

E se Biancaneve fosse su Facebook…?

Come si comporterebbero nell'era digitale le famose principesse Disney?

decalcomania-biancaneve-per-macbook-2uy7zabuhuwg677mh8i0p6

Biancaneve compie 80 anni: era l’ottobre 1937 quando uscì nelle sale il film animato Biancaneve e i sette Nani.
Ma vi siete mai chiesti come sarebbero le versioni moderne e digitali delle tre principesse Disney più famose, quelle che tutti abbiamo letto e che stiamo magari in questi anni rileggendo ai nostri figli? Che vita sarebbe la loro con in mano un computer o uno smartphone? Avrebbero i classici nomignoli da slang metropolitano, per capirci: la Cene, la Bianca e la Auri?

Cenerentola, visto che è molto mattiniera, invece di spazzare l’aia e dare da mangiare agli animali, controllerebbe subito appena sveglia quale è stato l’ultimo accesso su WhatsApp del suo principe azzurro, poi le ultime notizie su Facebook e infine se qualche amica ha postato su Instagram fotografie da farla cadere dal letto dall’ invidia…
E il famoso ballo? Potrebbe forse passare inosservato l’evento più mondano dell’anno? Certamente no…come minimo Cenerentola posterebbe su Facebook e Instagram, aggiungendo qualche cinguettio su Twitter, il resoconto minuto per minuto, con le foto dei vestiti di tutte le donne presenti, una serie di selfie con il suo principe e un primo piano della scarpetta persa sulle scale (sarebbe una Jimmy Choo o una Prada?), dove riceverebbe una quantità spropositata di “Mi piace”…
Certo si perderebbe un po’ di poesia…la fatina sarebbe in sostanza una personal shopper, e la zucca un Suv qualsiasi…

E Biancaneve? Sarebbe incappata, come quella originale con la mela, nel venditore porta a porta di un’enciclopedia o dell’aspirapolvere più famosa del mondo?
Avrebbe aumentato la sua web reputation (essere politically correct non fa mai male…) postando su Facebook un selfie mentre aiuta nelle faccende domestiche 7 persone più sfortunate di lei? E con il cacciatore…ci sarebbe stato un piccolo flirt, giusto il tempo di un bacio rubato in mezzo al bosco, ripreso poi da tutti i siti di gossip?

Ma non dimentichiamoci di Aurora, la famosa Bella Addormentata nel bosco, che passerebbe i suoi primi 16 anni di vita relegata nella tenuta di famiglia in campagna (il country va tanto di moda…), circondata da 3 tate tuttofare, dove l’unico passatempo, a parte il solito flirt “boscaiolo”, sarebbe quello di chattare con amici e amiche dagli pseudonimi più inquietanti, partecipare alle aste on line e fare un uso spregiudicato dell’e-commerce per comprare borse, scarpe e vestiti. Poi un giorno, libera finalmente dalla sua “prigionia” dorata, si perderebbe con le indicazioni del GPS del suo smartphone e finirebbe, anziché ad un happy hour con le amiche (la Cene e la Bianca appunto…), dritta dritta ad un rave party con tatuatori dotati di fusi di arcolai e aghi avvelenati…

Che dite? Mi fermerei qui perché mi pare che le versioni moderne e digitali siano molto peggio di quelle originali! Chiaramente era solo un gioco…ma forse ci può far capire che anche noi ogni tanto dovremmo semplicemente fermarci e spegnere computer e telefonini: ritrovare lo spazio del silenzio e immergersi nella solitudine è anche un modo per riprendere contatto con parti di noi che di solito non abbiamo il tempo di ascoltare.

firma_danilo_TheSnarky




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods