Web Analytics Il 25 dicembre è un incubo? Ecco il manuale per uscirne vivi. - The Mood Post

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo i cookie. Continuando a utilizzare questo sito, accetti di utilizzare i cookie su The MoodPost. Cookie Policy.X

14 dicembre 2016

Il 25 dicembre è un incubo? Ecco il manuale per uscirne vivi.

Perché il Natale perfetto esiste...ma è solo quello dei bambini.

stress1-1024x628 (1)

Per molti è il periodo più bello dell’anno: strade illuminate, canzoni d’atmosfera, dolci a volontà e tante occasioni per stare insieme. Ma per altri le festività natalizie coincidono con un periodo di ansia e depressione: invece di pensare a pranzi, cene e regali, l’umore è in caduta libera: ci si sente più soli, lo shopping per i regali diventa un peso e non un divertimento, e solo al pensiero del pranzo di Natale con i parenti la pressione e lo stress vanno a mille.

La chiave per cambiare queste sensazioni negative sta nel ridurre le aspettative del Natale perchè, diciamocelo, il Natale perfetto non esiste…e non dobbiamo per forza sentirci come i protagonisti dei film La vita è meravigliosa o Serendipityi classici che ci propongono ogni anno in tv.

Ed ecco allora un piccolo manuale di sopravvivenza per chi soffre della sindrome del “Natale da incubo”:
– Pianificare tutto con un certo anticipo, per non ridursi all’ultimo con i regali ancora da comprare, il cenone da preparare, le telefonate di auguri da fare,…
– Stabilire un budget per ogni regalo è un buon metodo, oltre che non incorrere in spese pazze, per ridurre l’ansia da prestazione (perchè a Natale esiste anche quella…!)
– Fare attività fisica. Mai come durante lil periodo natalizio la nostra routine viene stravolta: niente più palestra, partita a tennis o jogging. E le endorfine che tengono alto l’umore scendono precipitosamente.
– Non esagerare a tavola. Se siamo abituati a pasti regolari e leggeri, facciamo pure qualche strappo alla regola ma senza esagerare: i piaceri della gola aumentano infatti i sensi di colpa e di conseguenza lo stress.
– Ritagliare un po’ di spazio per se stessi. Le giornate frenetiche che precedono le feste meritano qualche intermezzo di riposo: fermiamoci anche solo un’ora al giorno, rilassandoci ascoltando musica o leggendo un libro.
– Aiutare gli altri. Non si dice che a Natale si è tutti più buoni? Allora è il momento giusto anche per qualche ora di volontariato e, se possibile, per fare qualche regalo anche a chi non potrà riceverne.

Come la penso veramente? Il Natale perfetto esiste eccome…ma è solo quello dei bambini.

firma_danilo_TheSnarky




Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


hot moods